Riflessioni PD Napoli e Campania : Si ritorna con i piedi per terra !!! (Per Renzi ora: Questione Campania)

RIFLESSIONI PER UN PD IN CAMPANIA ED A NAPOLI, ancora in fase di travaglio.

Ho la sensazione che i Ballottaggi, in Campania abbiano riportati tutti con i piedi sulla terra.
Forse dire con Chiarezza che a Caldoro siamo alternativi e non consociativi, potrebbe iniziare ad essere utile.
Come utile è iniziare a trovare un profilo che unisca il centro sinistra in Regione Campania.
Un dato è ovvio ed inequivocabile, i cittadini votano PD se il PD è rappresentato da persone che abbiano un profilo nuovo, riformatore e progressista , altrimenti se il PD deve essere il partito della conservazione o dello scongelamento, bhe i cittadini e gli elettori preferiscono quei partiti che sono l’emblema della conservazione e quindi non voteranno mai e poi mai noi.
Perdere in alcuni comuni come Torre del Greco e Nola o non partecipare a Pompei, secondo me poi è ancora più mortificante, perchè non si è perso con coerenza e con una linearità di proposta che almeno salva la coscienza e la nostra programmazione futura, li significa che è scoppiato tutto.
In questi Comuni si era cercato di unire tutto ed il contrario di tutto per una mera somma Matematica, nonostante tutto i cittadini non hanno apprezzato questi schemi di confusione e di non linearità, hano preferito sostenere coloro che di alleanze miste o gestione del potere locale ne fanno la principale azione politica, su quel campo perdiamo e continueremo a perdere sempre.
Alle Europee molte persone hanno votato PD senza scrivere alcuna preferenza o mettendo il nome della Capolista in Campania, è stato un segnale chiaro, nonostante la possibilità di mettere 3 preferenze.
Chiunque crede che con un migliaio di preferenze vince le Elezioni significa che non vuole imparare ne la lezione e gli schiaffi avuti 3 anni fa al Comune di Napoli e non vuole invece ascoltare quei cittadini che il 25 Maggio nello stesso momento con due schede in mano nella stessa cabina, votavano PD alle Europee perchè credevano e credono nella proposta Politica del fare, ma a livello locale votavano altri partiti o liste civiche perchè non davano fiducia ad un gruppo dirigente o a candidati locali che rappresentavano un PD con istanze diverse da quello che si sta creando a livello nazionale.

il PD a Napoli ed in Campania deve nascere di nuovo, Matteo Renzi che spesso sta venendo nella nostra Regione, deve non solo continuare a inserire nella discussione nazionale la ”QUESTIONE CAMPANIA”, ma deve avere un’altra spinta di coraggio, dire stop a logiche di apparato di potere (anzi ex potere) nelle Regioni Meridionali anche con azioni ed atti forti, se si resta con i soliti nomi o con le solite logiche, bhe con un PD che vuole imitare i governi di destra locali, i cittadini ed elettori continueranno a scegliere sempre gli altri o come dico Io, sceglieranno ” quelli li”.

Gennaro Acampora
Assemblea Nazionale PD

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...